Announcement

Collapse
No announcement yet.

strani sbiancamenti SPS

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • strani sbiancamenti SPS

    Allora, alcuni coralli acropora e montipora mi stanno "tirando" in maniera strana. Premetto che i valori sono a posto (quelli misurabili) e che non ho turbellarie. Il fenomeno si presenta con un'imbrunimento della parte e con conseguente sbiancamento in giorno dopo. Non è RTN, sembrerebbe più una parassitosi o batteriosi ma non riesco a capire bene e non trovo info al riguardo........Taleando si riesce a salvare il pezzo, ma occorre tagliare qualche cm più sopra rispetto a dove si presenta il fenomeno.....avvelenamento da qualcosa? Batteriosi? Che faccio? Perdo la vasca? Tutta tutta?
    Dimenticavo, il fenomeno nei pezzi maggiormente colpiti avanza di 1 cm circa al giorno.....i pezzi nella parte sana non risentono assolutamente di niente, crescono e sono ben colorati e aperti. Il colore della parte colpita è marrone scuro quasi ruggine, la vasca è zeovit con alimentazione supplementare........Se perdo tutto spezzo la vasca

  • #2
    Ciao tuesen,

    se non l'hai già fatto prova a dare un'occhio a questa pagina web che riporta la descrizione di alcune tra le più comuni malattie dei coralli duri con foto e descrizioni. Magari ritrovi una cosa simile al tuo caso:

    http://ourworld.compuserve.com/homep...l/dis-list.htm

    Poi facci sapere.

    Ciao

    Mat

    Comment


    • #3
      Ciao Lorenzo,
      a parte gli amino che stai usando con cosa nutri gli sps? so che hai uno schiumatoio decisamente valido, prova a spegnerlo o a rimuovere il bicchiere durante la notte, inoltre il ph a che valori e'?

      Ciao
      Good reefing.
      -------------
      Gilberto

      Comment


      • #4
        Se hai tempo fai un giro sulla serie di articoli scritti da Borneman in cui trovi moltissime info e foto di malattie ai coralli. Solo tu puoi riuscire ad identificarla in base all'aspetto del corallo e ai sintomi della malattia.

        Gli articoli li trovi qui: http://www.advancedaquarist.com/index

        Scorri la colonna di sinistra fino in fondo dove troverai un link alla serie di articoli di Borneman chiamati: "The coral Whisperer"

        nella pagina che ti si apre avrai i link a questi tre articoli:

        White Corals Part III

        White Corals, part II

        Bleaching and Tissue Loss

        Spero che ti siano utili.

        Ciao

        Mat

        Comment


        • #5
          Grazie ragazzi, leggo un pò e cerco di capire meglio. Gilberto, ho già provato a tenere lo skimmer senza bicchiere per molti giorni. All'inizio pensavo anch'io a tiragi dovuti al troppo impoverimento dell'acqua, ma questo non ha portato nessun risultato evidenzte, anzi. A parte la classica alimentazione zeovit somministro C1 e C7 in dosi massicce da ormai più di 1 mese...sembra che il fenomeno stia addirittura peggiorando....

          Comment


          • #6
            oltre hai soliti valori hai mai provato a misurare il ferro????
            x alleviare questo problema in vasche medio piccole e consigliato il cambio parziale dell'acqua,ma si sa che poi ne giova sempre la vasca facendo dei cambi frequenti
            io avevo fatto una prova tempo fa niente cambi x 2 mewsi x vedere cosa succedeva
            be po4 ed no3 sempre a 0 o quasi (po4),mentre la concentrazione di ferro e aumentata molto,non usavo resine tipo rowa solo zeovit,be il risultato e stato un immaronimento dei tessuti e intossicazione dei coralli lo trovato a 0,18 anziche 0,03-0,01 figurati!!!
            comunque poi provare anche a diminuire la portata della pompa del filtro zeovit
            ciao da blureff

            Comment


            • #7
              Secondo me, prima di affermare che lo sbiancamento sia dovuto ad una carenza alimentare è bene che verifichi che non si tratti di una delle malattie descritte nei link che ti ho fornito. Dalla tua descrizione a me pare una Black Band Disease. Soprattutto per la velocità con cui muore il tessuto imbrunito e per il fatto che la parte sana del corallo è veramente sana e apparentemente normale.

              Lo sbiancamento per essere riconducibile ad una carenza alimentare dovrebbe essere più lento, non così rapido. La rapidità mi fa pensare ad una malattia. Spero di sbagliarmi.

              Non spegnere lo skimmer. Piuttosto, come suggerisce Donatello, riduci il flusso di acqua nel reattore zeovit anche di metà o di un terzo della portata della pompa.

              Mat

              Comment


              • #8
                Grazie ragazzi, mi sento un pò più sostenuto. Ho dimenticavo di rispondere a Gilberto riguardo il PH, il valore non è alto però rimango nei 7,8-8,2 non è il massimo ma non dovrebbe neanche essere malaccio. Riguardo il ferro potrebbe essere, l'unica cosa che non faccio settimanalmente sono i cambi d'acqua, io in genere cambio 50 lt ogni 3 settimane su 400 lt netti......per fare un controllo del ferro quale test mi consigliate? Stò comunque già preparando un buon cambio da 100 lt.Riguardo la portata della pompa l'ho già diminuita da un bel pò, ma il fenomeno non si arresta, ho pure diminuito la quantità di zeolite.....nessun risultato, ridotto i dosaggi dei componenti......idem come sopra. Sembra davvero una batteriosi guardando le fotografie sui link fornitimi da MAT. Alcuni pezzi li ho taleati e le talee sembrano in forma.......mi sà che l'unica soluzione alla fine sia la frammentazione dei pezzi malati o l'asportazione meccanica delle parti colpite. Se riesco faccio alcune foto del problema in modo da poter condividere questa mia sventura........

                Comment


                • #9
                  Tuesen, se non è una malattia di quelle descritte, secondo me , è un'avvelenamento da sovradossaggio di iodio.
                  Hai dosato questo elemento sempre, da quando e quanto?
                  Ciao
                  Aster

                  Comment


                  • #10
                    Quando non sai che cos'è, c'è sempre un rimedio sicuro ed efficace: un GROSSO cambio d'acqua, e la vasca rinasce. Considera che ogni volta che dai da mangiare, con il cibo immetti ENORMI quantità di oligoelementi (ferro, iodio, ma anche litio, cromo, cobalto, ecc.). L'accumulo di ferro di Donatello è molto probabilmente dovuto alle quantità industriali di cibo che butta dentro. Sono tutti elementi che restano in acqua. Fino ad adesso non ho ancora visto una vasca con un problema che non si risolva con un grosso cambio d'acqua, come minimo vedi tutto migliorare e la crescita ripartire.

                    Il problema è TOGLIERE, non METTERE....
                    Alessandro

                    Comment


                    • #11
                      Tuesen, se non è una malattia di quelle descritte, secondo me , è un'avvelenamento da sovradossaggio di iodio.
                      Hai dosato questo elemento sempre, da quando e quanto?
                      Ho dosato iodio saltuariamente, mai in maniera continua. I dosaggi erano fatti con l'integratore iodio/fluoro korallenzucht e dosavo in base ai colori blu. Dico dosavo perchè da 1 mesetto circa ho terminato la boccetta e non l'ho ancora ricomprata. Come unico test dello iodio ho usato il nuovo test dell'ELOS che mi hanno dato in prova......non trova iodio, ma non sò cosa misura non è specificato.
                      Quando non sai che cos'è, c'è sempre un rimedio sicuro ed efficace: un GROSSO cambio d'acqua, e la vasca rinasce. Considera che ogni volta che dai da mangiare, con il cibo immetti ENORMI quantità di oligoelementi (ferro, iodio, ma anche litio, cromo, cobalto, ecc.). L'accumulo di ferro di Donatello è molto probabilmente dovuto alle quantità industriali di cibo che butta dentro. Sono tutti elementi che restano in acqua. Fino ad adesso non ho ancora visto una vasca con un problema che non si risolva con un grosso cambio d'acqua, come minimo vedi tutto migliorare e la crescita ripartire.

                      Il problema è TOGLIERE, non METTERE....
                      Grazie Alessandro, ho preparato un cambio di 100 lt di acqua che farò stasera. Pensi sia sufficiente? O preparo altra acqua?
                      Un'altra cosa che mi viene in mente è che dosavo sistematicamente strozio in polvere della kent in dosi di 1 cucchiaino del test tropic marine (credo sia 0,2 ml.....danno la misura in ml) a giorni alterni...dico dosavo perchè da quando ho visto il problema ho smesso di dosare praticamente tutto.
                      Ho identificato almento 2 tipi di tiraggio, Black Band Desease e white band desease. Speriamo che il cambio d'acqua riporti sotto controllo la situazione...

                      Comment


                      • #12
                        Ciao Tuesen,

                        se si tratta davvero di BBD mi pare che sia di origine batterica, più preciamente cianobatterica. Pare che in natura questa malattia si riduca molto in periodi dell'anno con acqua più fredda (inverno). Magari ti può essere utile.

                        Per il WBD non si sa ancora se sia di origine batterica o meno.

                        Ciao

                        Mat

                        Comment


                        • #13
                          Il fatto che il fenomeno non sia di un singolo corallo, ma esteso a più esemplari, scarta ad sola l'ipotesi di una competizione o aggresività a distanza.
                          La tua vasca è sempre andata alla grande, quindi propenderei anch'io ad un'accumulo di qualcosa. Da li a determinare se sia iodio o ferro o cos'altro, è dura, potrei dirti che se i coralli stirano scurendosi è ferro, se sbiadiscono e sbavano è iodio...ma l'ho imparato anch'io da poco e non nesono troppo sicuro. Il consiglio migliore che t'hanno dato può essere banale, ma è quello dei cambi. Un paio di cambi d'acqua massicci e a breve distanza, tipo una settimana, non fanno altro che bene.

                          Controlla l'estensione dei polipi la sera del cambio d'acqua, dovrebbero darti qualche segnale positivo...ma questo lo sai meglio di me

                          Ciao

                          Comment


                          • #14
                            Dunque aggiorniamo la situazione.
                            Ho fatto un cambio d'acqua di 100 lt su 400 e ne stò preparando altrettanta per farne un'altro a distanza ravvicinata.
                            Le talee che stò facendo sui pezzi colpiti sembrano reggere lo stress e sembrano non risentire dei tiraggi........viceversa le parti colpite, se non taleate, tirano sempre con le stesse modalità. Scurimento del tessuto e conseguente sfaldamento. La cosa che mi fà pesare molto e che mi fà escludere qualche accumulo è che sia nel taleario che nella vasca principale si sono verificati gli stessi fenomeni con le stesse modalità. Nel taleario si può dire che non aggiungo assolutamente niente, non c'è zeolite.....somministro un pò di pappa commerciale kent e stop........negli animali colpiti (2 acropore 1 montipora e 1 seriatopora caliendrum) il tiraggio si manifesta come BBD nelle acro e WBD sia nella montipora digitata che nella caliendrum......un vero rompicapo.......e io taleo.......sigh!!

                            Comment


                            • #15
                              Tuesen,
                              non ho capito bene, ma anche le talee nel taleario tirano allo stesso modo??
                              Il taleario è collegato alla vasca principale?
                              Ciao
                              Aster

                              Comment

                              Working...
                              X