Announcement

Collapse
No announcement yet.

Alimentare in vasche Zeovit

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Alimentare in vasche Zeovit

    Ciao a tutti,

    sono entrato ormai nel mio quinto mese di Zeovit e tutto sembra procedere alla grande, i valori sono nella norma (NO3 n.d. - PO4 0,01 .....) ed i coralli hanno dei bellissimi colori, l'unica cosa che riscontro essere molto lenta è la crescita.

    Da circa tre settimane ho iniziato ad alimentare la vasca con Marine De Luxe Extra della H&S, la prima settimana e mezza ho somministrato metà della dose consigliata tutte le sere a luci spente e schiumatoio spento per almeno due ore ed in concomitanza con lo squotimento della zeolite da questa settimana ho iniziato a somministrare la dose intera a giorni alterni.

    A mio parere con questa aggiunta i coralli hanno dimostrato un maggiore rateo di crescita, le punte di alcuni coralli che prima erano solo leggermente bianche adesso sono molto bianche e con crescita evidente.

    I valori, anche se alimento abbondantemente i pesci due volte al giorno ed i coralli con Marine DeLuxe, sono sempre ok i Po4 rimangono stabili a 0,01, dosando 0,50 ml di Zeostart1 diviso in due dosi giornaliere.

    Qualcuno di voi ha altre esperienze in merito?

    Ciao
    Myreef

  • #2
    Hai aperto un tema complesso e molto discusso. Su questo stesso forum, tempo fa abbiamo avuto qualche scambio di opinioni.

    Io credo che molte delle discussioni che si sono alimentate in riferiemnto a Zeovit debbano essere ricondotte al fatto che questo metodo non prevede l'alimentazione diretta dei coralli, o meglio prevede una loro alimentazione per mezzo del batterioplancton che si genera in un sistema Zeovit.

    Dalle esperienze di alcuni amici acquariofili e per mia diretta, seppur breve, esperienza, io credo che non sia il caso di generalizzare. Ci sono sistemi in cui i coralli sps possono essere abituati al nuovo regime alimentare, ma con cautela. Questo richiede del tempo e interrompere imemdiatamente la somministrazione di cibo non è consigliabile. Ci sono sistemi in cui si parte da "0" con colonie di cattura che probabilmente possono avere maggior capacità di dare una risposta positiva con il sistema Zeovit. E quindi abituarsi a nutrirsi attraverso il batterioplancton e il DOM.

    L'unica certezza che abbiamo è che i coralli sps devono essere nutriti in uqlche modo affinché possano, in modo particolare, dotarsi delle riserve energetiche necessarie alla costruzione dei loro tessuti ed alla produzione di muco. La crescita che hai osservato tu (punte più bianche) potrebbe anche essere dovuta ad un incremento della somministrazione di calcio oraria.

    Nel sistema Zeovit, infatti, le carenze alimentari si vedono soprattutto con regressione del tessuto basale.

    Ad ogni modo, io sono convinto che così come non esistono due vasche uguali, non si debba generalizzare troppo nemmeno con Zeovit. E' possibile che l'acquariofilo A riesca ad innescare una produzione di batterioplancton sufficiente ad alimentare i propri coralli, così come è possibile che l'acquariofilo B non ci riesca, pur adottando il metodo alla lettera. Non tutti gli acquariofili che impiegano il metodo berlinese hanno vasche belle e sane allo stesso modo. I problemi di crescita, di infestazioni algali, di movimento, di illuminazione, ci sono anche li.

    D'altra parte il metodo Zeovit è funzione delle osservazioni dell'acquariofilo che è umano e che può sbagliare.

    In conclusione, se nel tuo sistema hai osservato un miglioramento grazie alla somministrazione di cibo (amminoacidi prevalenetemente) e i valori restano così bassi, allora continua per la tua strada. Più il sistema matura e maggiore sarà la sua stabilità. Più il sistema matura e maggiore sarà l'adattamento dei coralli sps a quello specifico ambiente.

    Troppi acquariofili hanno iniziato con Zeovit e si sono spaventati in seguito ai primi problemi di allevamento. E' un metodo che deve essere seguito con calma e con pazienza. Mi sembra che tu sia sulla buona strada.

    Ciao

    Mat

    Comment


    • #3
      concordo con matteo,ed aggiungo che anche aumentando legermente la alimentazione dei pesci si notano migliorie di rilievo,poi sono del parere che fornendo cibo hai pesci si foniscono molte piu sostanze di quanto se ne imettano con cibi alternativi,mi spiego meglio
      i granulati anno molti oligoelementi prensenti nella loro composizione alcuni moolto utili x la pigmentazione dei coralli ed alcuni reagiscono con una notevole crescita,una mia acropora che gli amici conoscono x la sua particolare colore viola,casualmente e in acquari molto sofrafolati di pesci e quindi con una alimentazione abbondante del granulato la acropora reagisce molto variando la sua colorazione ho notato molto spesso che adirittura variando il tipo di granulato varia la sua colorazione ,probabilmente ce qualche elemento che stimola la sua pigmentazione,aumentando la alimentazione il sistema zeovit produce molto piu bacterioplacton x via dei alti nutrimenti quindi il risultato e una vasca povera di no3-po4 organici,i coralli reagiscono con una crescita maggiore.
      ho spesso notato in una vasca dal mio avviso senza paragoni in fattore di belezza e rateo di crescita che molti animali dalla sua e dalla mia reagiscono in modo molto differente,ed appunto la variante e l'alimentazione ed il quantitativo di pesci presenti,il propietario preferisce alimentare in modo diretto (si presuppone) i coralli io in modo indiretto x via del bacterioplacton mi piacerebbe vedere la mia vasca se non avesse tutte querlle sfighe (turbellarie.....)come sarebbe tra un po,risolto il problema dei po4 scovata la fonte la corallina della korallen pultroppo (0,47 dopo 4 mesi di funzionamento del reattore booo)pare che comunque ora la vasca stia reagendo in modo davvero sorprendente sia in crescita che colori,sto notanto una maggior reazione da parte di una certa millepora rosa di un amico ferma da mesi stia partendo a razzo con immissione di punte nuve,la plana vabbe fa schifo da quanto cresce,le montipore dufunte che avevo stanno risorgendo!!sivede cerano delle tracce ancora
      comunque ora pare giri meglio se non succedono ancora guai
      mi piacerebbe un parere di aster a questo riguardo di cosa ne pensa lui e di ik2vov
      se avro il tempo faro delle fotine x vedere la situazione attuale e di variazioni di crescita appunto a ricordo che sono 3 mesi che non do assolutamente nulla di nulla hai coralli solo zeovit ed i suoi aminoacidi,ora sto provando anche il loro integratore minerale zeospur macroelemet :-)
      ciao da blureff

      Comment


      • #4
        Concordo anch'io con quanto detto da Matteo, ma aggiungo che la stabilità del sistema , qualunque esso sia , è elemento determinante per la crescita degli invertebrati.
        Non so ancora come traggono i nutrimenti gli SPS , ma di certo con i surrogati di plancton che uso normalmente, penso di alimentare indirettamente il sistema.
        Per quanto riguarda invece le punte di crescita citate da Donatello, secondo me, sono solo esclusivamente dovute ad un giusto ed equilibrato apporto di calcio/carbonati.
        Anche in questo ritengo che la stabilità dell'apporto quotidiano di calcio e carbonati, vuoi con reattore o con prodotti adatti allo scopo, sia fondamentale.
        Come ultima constatazione aggiungo che il tutto è regolato dalla presenza delle zooxantelle, nel senso che se anche questa simbiosi non è in equilibrio, il corallo non cresce e non si colora.
        Ciao
        Aster

        Comment

        Working...
        X